L’ansia: cos’è e come comportarsi

Come primo argomento del mio blog ho scelto di trattare l’ansia
Ero molto combattuta su cosa dire, ci sono tantissime cose di cui si potrebbe parlare, alcune utili, altre toccanti, altre interessanti, altre istruttive, altre positive.

Di libri scientifici ce ne sono già tantissimi. Quindi io preferisco raccontarvi che cosa è l’ansia per le persone che incontro nel mio percorso professionale.

L’ansia è paura, mancanza di ossigeno,  confusione mentale, tachicardia,  tremore, palpitazione.

Le classiche frasi degli ansiosi sono : mi sento lo stomaco chiuso, non riesco a mangiare, mangio troppo, l’ansia controlla la mia vita, non mi fa dormire, non riesco a lavorare, a viaggiare, a fare sport, non mi fa amare, non mi fa fare ciò che desidero, non mi fa essere me stesso.

È una condizione che ti priva delle tue certezze,  delle tue abitudini, dei tuoi successi, dei tuoi obiettivi, delle tue speranze e gradualmente riduce la tua autostima.

La svolta avviene quando si prende consapevolezza che l’ansia ti sta rubando la vita,  la gestisce e la domina. A questo punto si può pensare di prendere in mano la situazione e chiedere aiuto, per trovare il modo di gestire l’ansia oppure rinchiudersi in casa e privarsi di tutto ciò che quest’ultima ci ha tolto.
Ci si porta addosso questo bagaglio di sofferenza come se fosse obbligatorio, come se non si potesse fare altro.

In realtà l’ansia è trattabile
È possibile imparare a gestirla, a riconoscerla in tempo, a individuarne i sintomi prima che questi prevalgano sulla nostra volontà. Si può controllarla, monitorarla e fare in modo che diventi sempre meno importante nella nostra vita. 
Fare in modo che incida il meno possibile, che si riduca il valore che le attribuiamo perché diventi meno ingombrante e invasiva e non condizioni più la nostra intera esistenza.

Più si riuscirà a capire che esiste una linea sottile che fa la differenza tra una vita in preda all’ansia e un’ansia gestibile e controllabile e maggiormente si capirà che la differenza è enorme

In sintesi si tratta di gestire l’ansia o essere gestiti da essa.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *